La nuova scuola medica salernitana


Vai ai contenuti

Attività svolte 2010

gli Eventi

CLICCA SULLA MANIFESTAZIONE CHE TI INTERESSA

Il progranna EVENTI del 2010

Egregio Presidente,

Sono lieta di scriverle, in questo tempo di festività natalizie, a proposito della missione che il console Alfredo Carmine Cestari ha portato a termine nella Repubblica Democratica del Congo.

Il console Cestari ha consegnato personalmente, nel corso di una cerimonia ufficiale, un assegno di 5.000 dollari, integrando i 3.400 euro raccolti nel corso dell’evento di beneficenza organizzato dalla sua Associazione.

I fondi sono stati devoluti, come concordato, alla scuola primaria “Langukay”, nel villaggio di Mwala della provincia del Katanga, e saranno utilizzati per l’acquisto di materiale didattico e per contribuire ai lavori di ristrutturazione dell’edificio scolastico.

In allegato troverà le foto della cerimonia ufficiale di consegna dell’assegno.

Considerando il diritto all’istruzione come un diritto fondamentale, come ricordato dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani e dalla Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea, desideriamo esprimere la nostra soddisfazione per averla affiancata in questa lodevole iniziativa, che assume un significato di attenzione nei confronti di realtà disagiate e troppo spesso dimenticate.

Ringraziandola per l’attenzione, colgo l’occasione per augurarle un sereno Natale.


Cordialmente,

Dott.ssa Mariarosaria Marchese
----------------------------------------------------------
Camera di Commercio ItalAfrica Centrale
Napoli Tel/Fax +39 081.7875642 cell.339.3519109
Roma P.zza di Spagna Tel/Fax +39 06.6991651
e-mail: mariarosaria.marchese@italafricacentrale.com
sito web: http://www.italafricacentrale.com

la Cerimonia di consegna della donazione
Visualizza a pieno schermoIndietroPlayAvanti

IN EVIDENZA

Caro Socio/a,
anche quest'anno confidiamo in una tua presenza alla
Serata di Gala e Festa di Fine Anno della nostra Associazione che quest'anno si terrà il 16 Dicembre alle ore 20,00 presso il Circolo Canottieri di Salerno.

Il programma della serata è il seguente

Ore 19,45: iscrizione nuovi soci e rinnovo quota associativa.
Ore 20,00:

  • Relazione del Presidente
  • Relazione del Primo Magister
  • Nomina Referenti Anno Accademico 2011
  • Consegna delle Pergamene e distintivi ai nuovi Referenti
  • Consegna Attestati di Merito
  • Consegna Pergamene di Socio Onorario


Ore 21,00: Cena di Gala

Dato il numero limitato dei posti si prega dare un cortese cenno di adesione, entro e non oltre il 10 dicembre c.a. ,specificando se il socio porta uno o più accompagnatori.

La quota associativa anche per il 2011 è di 70,00 euro e comprende anche la cena di fine anno.
La quota di partecipazione alle Festa di Fine Anno per i soli accompagnatori è di 25,00 euro.
A tutti sarà donato l'ultimo libro della Prof.ssa Pina Basile "Il Primo viaggio di Cristoforo Colombo"

Si allega Menù della Serata

Fiduciosi in una tua partecipazione

Il Presidente
Pio Vicinanza

per i più curiosi:
Il menu

Convegno DIETA MEDITERRANEA

26 Marzo 2011
Sala Bottiglieri
Provincia di Salerno

Alimentazione Vita Salute


Salerno, Giovedi 25 Novembre alle ore 18:00

presso la Chiesa di San Giorgio in Salerno ci sarà una messa solenne celebrata dall'Arceviscovo Emerito S.E. Gerardo Pierro in onore di Santa Caterina Alessandrina protettrice della Scuola Medica Salernitana.

Invito del Presidente

"Sono lieto invitarLa alla messa solenne in onore di Santa Caterina Alessandrina organizzata dalla Nuova Scuola Medica Salernitana, Ordine dei Medici e Odontoiatri della Provincia di Salerno, Fondazione Scuola Medica Salernitana, Azienda Ospedaliera Universitaria Ruggi D'Aragona"

Pio Vicinanza
Presidente Nuova Scuola Medica Salernitana


Apertura Anno Accademico 2010
"La Nuova Scuola Medica Salernitana"

Apriamo oggi l'anno accademico 2010 della Nuova Scuola Medica Salernitana anno che sarà caratterizzato da una serie di iniziative di lungo respiro che porranno le basi di progetti futuri molto importanti per lo sviluppo culturale e storico della nostra città e della nostra provincia.
Tutto questo lo si potrà realizzare solo se le varie istituzioni, regione, provincia, comune, università,istituzioni religiose, associazioni culturali, realizzino quel sincretismo che fu proprio della Scuola Medica Salernitana.
Come tutti sappiamo infatti, la Scuola Medica Salernitana fu un esempio mirabile di SINCRETISMO di culture del mediteranneo . Alle sue origini c'è l'incontro, anzi, più che l'incontro, una singolare fusione tra culture: ebraica, araba, greca, latina.
La cultura greca, in primo luogo, Ippocrate, pose le basi della medicina sperimentale e scientifica. Tale medicina, come è stato scritto, "si contrapponeva, ma nello stesso tempo, si integrava, con altre forme di medicina praticate da gran tempo nell'antichità, entro e fuori della Grecia, quella magica e quella religiosa e templare, ricollegatasi, quest'ultima, al culto di Apollo sanatore e di Asclepio suo figlio, le due divinità che presiedavano alla salute e alla lotta contro le malattie". L'altro grande faro greco della Scuola Medica è Galeno, ossia la medicina come sintesi di arte e scienza, e come complessa articolazione disciplinare (anatomia, fisiologia, neurologia, ecc.).
Quanto alla cultura latina ed ebraica, tutti gli studi classici e recenti sulla storia della Scuola Medica, da Oskar Kristeller a Massimo Oldoni, ne hanno evidenziato apporti e influssi essenziali.
Infine la cultura araba che tra l'Ottocento e il Mille giunse al suo massimo splendore anche come civiltà e cultura.
Solo dalla fusione di queste grandi culture potè nascere la Scuola Medica salernitana e noi raccogliendo oggi questo mirabile esempio dobbiamo far sì che Salerno diventi di nuovo una città aperta ai saperi mondiali, facendo della cultura la pietra miliare della ricostruzione del proprio futuro e su questo noi della

Nuova Scuola Medica Salernitana ci impegneremo, così come abbiamo fatto in questi anni, con tutti i mezzi che oggi abbiamo a disposizione: convegni, congressi, corsi di formazione, progetti scolatici, trasmissioni televisive, pubblicazioni di riviste dedicate, pubblicazione di libri e quant'altro servirà per lo scopo sopracitato.
Pochi giorni fa in un incontro alla stupenda Badia di Cava con il Padre Abate Dom Benedetto Chianetta, incontro che ha siglato uno storico sodolazio tra la Nostra Associazione e la Badia della SS. Trinità di Cava, il Padre Abate che oggi ci onora con la sua presenza in questo storico posto che è il Castello di Arechi, mostrandoci le bellezze di quel luogo opera dell'ingegno umano, ha sottilineato che bisogna imitare quegli uomini che ci hanno lasciato tanta bellezza e che hanno iniziato il progetto di costruzione ben sapendo di non vederlo finito.
Proprio in quest'ottica noi dobbiamo muoverci in quanto se vogliamo costruire qualcosa che duri nel tempo dobbiamo pensare di costruire un qualcosa che possa crescere grazie all'apporto delle future generazioni.
Devo rilevare che Salerno e tutta la sua provincia in questo periodo sta ritrovando un nuovo fervore culturale, e questo fervore che parte dal basso, dal popolo, dalla gente comune, dalle associazioni culturali, sta contagiando anche le istituzioni.

Solo una diecina di anni fa, quando un gruppo di noi fondò la prima associazione che si richiamava alla Scuola Medica Salernitana, si viveva in una Salerno dove parlare di Facoltà di Medicina era pura utopia. Ma è stata proprio la nostra caparbietà a proporre ad ogni iniziativa culturale ai vari politici che ci onorano della loro presenza di istituire tale Facoltà, in quanto Salerno era la città che più aveva diritto per la sua gloriosa storia , alla fine quella caparbietà ha dato i suoi frutti.
Ed oggi grazie alla fortuna di avere a Salerno un uomo di grandi vedute, ma soprattutto innamorato ed orgoglioso come noi della propria storia ed del proprio passato, abbiamo finalmente visto trasformare il nostro storico ospedale S. Giovanni di Dio e Ruggi D'Aragona in Azienda Ospedaliera Universitaria con il nome di Scuola Medica Salernitana.

Ad Attilio Bianchi, manager di questa azienda, va tutto il nostro plauso ed il nostro ringraziamento per quanto sta facendo, ma soprattutto per quanto siamo sicuri che farà affinchè questi risultati siano solo l'inizio di un lungo e fruttuoso cammino ed affinchè Salerno possa essere orgogliosa di dire che La Scuola Medica Salernitana, chiusa da Murat nel 1811, è finalmente rinata.

In questo cammino non dobbiamo però dimenticare l'apporto di un'altra figura professionale che non poco ha contributo alla cura ed alla salute del malato, il farmacista, che con la sua presenza capillare in tutto il territorio nazionale sta vicino ai bisogni della gente e soprattutto dei sofferenti.
Per questo noi oggi, come ieri, vogliamo rinsaldare in questa giornata quest'antico legame tra farmacisti e medici assegnando a tutti loro la Pergamena di Soci Onorari e consegnandola simbolicamente al loro Presidente dell'Ordine Professionale.

Concludo, nel ribadire che se realmente vogliamo ricreare una Nuova Scuola Medica Salernitana dobbiamo riprendere il concetto di Sincretismo che ho posto all'inizio di questo discorso, sincretismo inteso oggi non solo come l'unione di varie filosofie e culture, ma soprattutto come l'unione delle varie espressioni istituzionali, e non, della nostra società, con l'unico obbiettivo di realizzare nel migliore dei modi possibili la rinascita di tutti i valori morali e culturali che la Scuola Medica Salernitana ci ha tramandati.


Apertura Anno Accademico Ordine dei Medici 2010

Buon giorno a tutti,
Ringrazio dell'invito il Presidente dell'Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Salerno e tutto il Consiglio dell'Ordine che ha richiesto il Patrocinio della Nuova Scuola Medica Salernitana a queste Giornate e soprattutto dell'invito a partecipare all'apertura di questi lavori.
Ed è con immenso piacere quindi che porto i saluti di tutti i soci della Nuova Scuola Medica Salernitana e del Consiglio Direttivo che mi onoro di presiedere.
La Nuova Scuola Medica Salernitana, da circa sei anni opera nella nostra provincia, raccogliendo l'eredità del Centro Studi Trotula De Ruggiero, da me fondato nel 1999, portando avanti iniziative di alto spessore culturale e scientifico da quando nell'ottobre del 2000 ideò le Giornate della Scuola Medica Salernitana, fondendo convegni scientifici e medici a convegni storici che ricordassero il grande passato della nostra città che la rese famosa per numerosi anni in tutto il mondo allora conosciuto.
E mi fa molto piacere rivedere oggi la professoressa Melillo che è stata, insieme al Prof. Giuseppe Lauriello, la prima relatrice di queste Giornate e la prima a ricevere il Premio Scuola Medica Salernitana (allora consistente in una targa ricordo) per la storia della medicina, premio che poi materializzatosi in una Statuina il "Lumen et Magister" è stato assegnato ad altri grandi nomi nazionali e internazionali della Scienza, della Medicina della Cultura e della Storia.
Da allora la nostra attività è stata continua e sempre più proficua, coinvolgendo altri centri studi ed associazioni della nostra città nonché enti pubblici e privati e ruolo certamente importante e fondamentale è stato quello dell'Ordine dei Medici di Salerno, grazie soprattutto al suo presidente dr. Bruno Ravera che, contagiato dal nostro entusiasmo, ha portato queste Giornate all'XI edizione.
Queste Giornate, penso hanno dato un grande contributo di fermento culturale alla nostra città, infatti nacquero con il duplice scopo di far conoscere in primis ai salernitani la propria storia e l'antica cultura che avevano ereditato, e soprattutto nella fase iniziale a spronare con forza le Istituzioni a far ritornare Salerno un centro di cultura del Mediterraneo riportando una Nuova Scuola Medica cioè l'Istituzione della Facoltà di Medicina.
Penso, con molta umiltà, che un piccolo contributo queste Giornate lo hanno dato affinchè ciò si realizzasse e credo che però il loro ruolo non si sia esaurito anzi, è quanto mai importante che esse continuino a sensibilizzare le Istituzioni a tenere in debito conto la cultura, perché non c'è progresso se non c'è conoscenza.
Diceva Friedrich Nietzsche: Meglio è non saper niente che saper molte cose a metà.

La Nuova Scuola Medica Salernitana, meditando su questo aforisma, continua e continuerà in questo cammino con lo stesso entusiasmo con il quale lo ha cominciato cercando soprattutto di trasmetterlo ai giovani che rappresentano il nostro futuro.
Concludo ringraziando ancora L'Ordine dei Medici di Salerno ed il suo Presidente Dr Bruno Ravera con il quale ci auguriamo possiamo portare avanti insieme progetti sempre di più alto spessore mettendo a sua disposizione tutte le nostre competenze ed esperienze in uno spirito collaborativo e costruttivo che siamo sicuri possa dare un contribuito alla crescita della nostra città e della nostra provincia.
Buon lavoro a tutti.
Pio Vicinanza

Napoli, Domenica 28 Novembre 2010 - 0re 10:00 - 13:00

CONVEGNO ORGANIZZATO DALL'ASSOCIAZIONE ESSERE FARMACISTI
"UNA SOLUZIONE PER LE PARAFARMACIE"


Siete tutti invitati a partecipare.

Per approfondimenti è possibile contattare il Dott. Aldo Frasso,
Referente per l'Area Farmacia della Ns Associazione,
all'indirizzo mail: aldo.frasso@libero.it .

Pio Vicinanza
Presidente Nuova Scuola Medica Salernitana


Salerno, Giovedi 25 Novembre alle ore 18:00

presso la Chiesa di San Giorgio in Salerno ci sarà una messa solenne celebrata dall'Arceviscovo Emerito S.E. Gerardo Pierro in onore di Santa Caterina Alessandrina protettrice della Scuola Medica Salernitana.

Invito del Presidente

"Sono lieto invitarLa alla messa solenne in onore di Santa Caterina Alessandrina organizzata dalla Nuova Scuola Medica Salernitana, Ordine dei Medici e Odontoiatri della Provincia di Salerno, Fondazione Scuola Medica Salernitana, Azienda Ospedaliera Universitaria Ruggi D'Aragona"

Pio Vicinanza
Presidente Nuova Scuola Medica Salernitana

XI Giornate Pediatriche SalernitaneCentro Congressi dell'Hotel Baia di Vietri Sul Mare - Costa d'Amalfi (SA)dal 27 al 29 maggio 2010.


Cari colleghi e cari Soci de La Nuova Scuola Medica Salernitana,

anche quest'anno si sono svolte le Giornate Pediatriche Salernitane, giunte ormai alla XI Edizione presso il Centro Congressi dell'Hotel Baia di Vietri Sul Mare - Costa d'Amalfi (SA) dal 27 al 29 maggio 2010.

Premio Internazionale Scuola Medica Salernitana


Sono stati assegnati i Premi Scuola Medica Salernitana da parte del Presidente della Nuova Scuola Medica Salernitana Pio Vicinanza. L’ambita statuina il Lumen et Magister opera dello scultore Pierfrancesco Mastroberti quest’anno è stato consegnato a illustri nomi della Medicina e del Giornalismo. Il Premio “Medico dell’Anno” è stato, infatti, assegnato al padre dell’ematologia italiana soprattutto nel campo della lotta alle leucemie, il Prof. Franco Mandelli della Sapienza di Roma. Il Premio alla Carriera è andato al Prof. Salvatore Auricchio dell’Università Federico II di Napoli famoso nel mondo per le ricerche che il contributo scientifico che la sua scuola di gastroenterologia pediatrica ha dato alla lotta contro la celiachia. Il Premio al Giornalismo quest’anno è andato al dott. Enzo Todaro per essersi distinto in tutta la sua lunga carriera per il suo senso etico e per la vicinanza a tutto quello che è cultura e sviluppo del nostro territorio.
Inoltre è stato eletto Magister Insignis della Nuova Scuola Medica Salernitana il Prof. Carlo Montinaro per il suo costante impegno a portare avanti i valori e i contenuti dell’Associazione e per aver fondato la Cattedra Itinerante della Storia della Pediatria.
Infine sono stati assegnati dei contributi di ricerca a giovani ricercatori con il Premio Pasquale Bianco, quest’anno i premiati sono stati il Dott. Pierino Speranza dell’Ospedale di Vallo della Lucania e la dott.ssa Grazia Gentile del Dipartimento di Medicina dell’Asl Sa1.
I Premi sono stati assegnati dall’On. Alfonso Andria in rappresentanza del Parlamento Italiano, dall’On. Giovanni Baldi in rappresentanza della Regione Campania, dall’Assessore Ermanno Guerra, in rappresentanza del Comune di Salerno, e dall’Assessore Antonio Borrelli, in rappresentanza del Comune di Vietri che ha ospitato la manifestazione.

Il presidente
Pio Vicinanza



XI Giornate Pediatriche SalernitaneCentro Congressi dell'Hotel Baia di Vietri Sul Mare - Costa d'Amalfi (SA)dal 27 al 29 maggio 2010.


Cari colleghi e cari Soci de La Nuova Scuola Medica Salernitana,

anche quest'anno si svolgeranno le Giornate Pediatriche Salernitane, giunte ormai alla XI Edizione presso il Centro Congressi dell'Hotel Baia di Vietri Sul Mare - Costa d'Amalfi (SA) dal 27 al 29 maggio 2010.
Anche i temi di quest'anno sono di estrema attualità, dalle nuove linee guida sulla bassa statura con la relazione del Prof. Giuseppe Saggese, al nuovo vaccino antipneumococcico con la lettura magistrale del Prof. Giorgio Bartolozzi.
Inoltre per la prima volta si parlerà di Sicurezza Alimentare con il Prof. Pinto della Sapienza di Roma e con il dott. Giovanni Baldi, si proseguirà con due relazioni sull'epilessia e patologie neuropediatriche tenute dai padri della neuropediatria italiana, i professori Alberto Fois e L. Pavone.
Proseguirà il Prof. S. De Maio sulla pubertà precoce e illustri colleghi salernitani su fitoterpaia, allergologia, oculistica, otorino.
Si chiuderà il sabato con un'intera sessione dedicata alla Celiachia con il prof. Fabbri, il prof. Luigi Greco ed il dott Malamisura.
Evento clou è la Serata di Gala ad ingresso libero durante la quale verrà assegnato il Premio per la ricerca scientifica a giovani ricercatori e il Premio Internazionale per la Medicina Scuola Medica Salernitana che sarà assegnato al Prof. Franco Mandelli e al Prof. Salvatore Auricchio. La serata sarà allietata da musiche del duo Martucci e dal Buffett di gala.
La Serata di Gala si svolgerà il 28 maggio alle ore 19,30 presso la Sala delle Cerimonie dell'Hotel Lloyd's Baia di Vietri sul Mare (SA)-

Si ricorda che gli iscritti alla FIMP Salerno e alla SIP Campania l'iscrizione è gratuita: è necessario comumque comunicare la propria adesione alla Segreteria Organizzativa.
Vi aspettiamo
Il convegno è accreditato presso il MInistero della Salute per i crediti ECM sia per medici che per farmacisti
Info: piovicina@tiscali.it
www.lanuovascuolamedicasalernitana.it


XI Giornate Pediatriche Salernitane
27-29 Maggio 2010


VIETRI SUL MARE - Lloyd's baia Hotel



Premio Poster di 500,00 per la Ricerca Scientifica offerto dalla Nuova Scuola Medica Salernitana

CALL FOR ABSTRACT

È previsto un premio di € 500,00 all'autore della migliore comunicazione poster
inerente le tematiche del Congresso

Presentazione del libro di Pina Basile "Cristoforo Colombo"

Venerdì 21 maggio 2010 - alle ore 18.30
presso Sala delle Conferenze – Libreria Einaudi
Corso Vittorio Emanuele – Piazzetta Barracano - SALERNO

LE INTOLLERANZE E LE ALLERGIE ALIMENTARI
Conoscerle per Curarle
23-24 Aprile 2010

Corso di Aggiornamento ECM
Incontro di Formazione




ORTO BOTANICO ILDEBRANDO
12 Aprile 2010
Badia di Cava de' Tirreni

incontro di Presentazione del Progetto




"La Nuova Scuola Medica Salernitana, con questo concerto dedicato ai bambini sofferenti del Congo,
vuole dare un suo piccolo contributo al mare delle sofferenze che affliggono il mondo moderno, dove un muro immenso divide i paesi ricchi dai poveri.
Pensiamo che ognuno di noi possa praticare un piccolo foro in questo muro affinchè la solidarietà e l’amore verso il prossimo vinca l’indifferenza e l’egoismo."

Il Presidente
Pio Vicinanza


CONCERTO al DUOMO
Giovedì 8 Aprile ore 18.00

Cattedrale primaziale SS. Matteo e Gregorio Magno – Salerno
Evento di beneficenza per i bambini indigenti del Congo
Partecipa il console generale del Congo ing. Carmine Alfredo Cestari
Coro e Orchestra del Conservatorio “G. Martucci” di Salerno
Istituzione di alta cultura Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca

Evento al Duomo di Salerno
06/04/2010
Il coro del Conservatorio Statale di Musica "G.Martucci" di Salerno

Il conservatorio di Salerno suona per il Congo
Appuntamento giovedì 8 in Duomo per una serata di beneficenza interamente dedicata ad Antonio Vivaldi, con l’esecuzione del celebre Gloria in Re maggiore

Dopo aver affrontato la Petite Messe Solennelle di Gioacchino Rossini, indimenticabili produzioni quali “Caro Puccini…..”, tournèe natalizie con messe di concerti nell’intera provincia, culminate con l’omaggio a Georg Friedrich Haendel al teatro Verdi, con l’esecuzione dei suoi famigerati “Fireworks”, la primavera ci ridona, prontamente rinnovati, orchestra e coro del Conservatorio di Salerno, dopo le ultime durissime selezioni. L’appuntamento è in Duomo, alle ore 18 di giovedì per una serata di beneficenza in favore dei bambini del Congo, promossa dalla Nuova Scuola Medica Salernitana, dal Centro di arte, scienza e cultura del Mediterraneo del Prof. Pio Vicinanza, patrocinata dalla Fondazione Ravello e dalle amministrazioni della provincia e del Comune di Salerno, nonché dagli Ordini dei Medici e dei Farmacisti. Al concerto, la cui coordinazione artistica è stata affidata alla docente di pianoforte Emma Petrillo e l’organizzazione logistica a Mario Ascolese, interverrà il Console generale del Congo Alfredo Carmine Cestari. Le masse orchestrali e corali del Giuseppe Martucci, dirette e preparate da Massimiliano Carlini e Maria Cristina Galasso, eseguiranno due gioielli del prete rosso, la Sinfonia detta al Santo Sepolcro RV 169 in Si Minore e il Gloria RV 589 in Re Maggiore per soli, coro e orchestra. All’interno della produzione di Vivaldi per archi e basso continuo emergono due brevi composizioni intitolate Sonata al Santo Sepolcro RV 130 e Sinfonia al Santo Sepolcro RV 169, entrambe in due soli movimenti, che dovevano evidentemente fungere da introduzione a composizioni vocali di più ampio respiro scritte per la Settimana Santa. Considerato che in Italia ci sono molte cappelle denominate “al Santo Sepolcro” e data la provenienza della fonte manoscritta ora conservata a Torino, è stato ipotizzato che Vivaldi abbia composto queste musiche per la cappella del complesso del Sacro Monte di Varallo che riproduce, su scala minore, la chiesa del Santo Sepolcro di Gerusalemme e che, iniziata nel 1491, non fu ultimata prima del 1728. È più probabile, però, che in origine i due brani strumentali fossero destinati ad accompagnare il rito tradizionale della Depositio crucis vel hostiae, celebrato durante la Settimana santa, quando l’Eucarestia viene deposta in un altare debitamente ornato e preparato a guisa di sepolcro. La Sinfonia evoca una sonata da chiesa, articolata in due concisi movimenti. Si apre con un Largo molto su accordi tenuti, seguiti da lente entrate imitative degli strumenti, e si chiude con un Allegro, ma poco, nel quale il motivo tematico viene reiterato in una trama contrappuntistica. La composizione si distingue per il linguaggio armonico aspro e instabile che, attraverso intervalli diminuiti, dissonanze e un diffuso cromatismo, finisce per avvolgere in un’atmosfera di intensa espressività il dramma della passione di Cristo. Le formazioni della massima istituzione musicale salernitana non sono certo nuove all’esecuzione del Gloria RV 589 in Re maggiore. Diverse le sue eccellenti esecuzioni, nella seconda metà degli anni ‘80 dirette dai Maestri Virginio Profeta e Argenzio Iorio, (vd. foto). Anche giovedì verrà riproposta questa pagina per soli, coro e orchestra diretta dal M° Massimiliano Carlini , con il coro preparato da Maria Cristina Galasso. Senza problemi, senza disquisizioni teoriche, senza domandarsi se era giusto o meno trasformare un testo liturgico in una specie di grande concerto, Vivaldi compone il Gloria agendo d’istinto e crea uno dei grandi capolavori della musica sacra del ‘700. Anch’egli cede in qualche misura alle insidie dello “stile misto”, come quando si lascia tentare dalle seduzioni di una fuga nel “Propter magnam gloriam” (ma è soltanto l’esposizione di una fuga in tutto 19 battute) o addirittura di una doppia fuga nel finale Cum sancto spiritu. Per il resto, lavora da par suo, ovvero da grande operista, e da eccezionale autore di concerti. L’attacco del suo Gloria con quel grandioso unisono dell’orchestra, è come uno straordinario biglietto da visita: ecco Vivaldi. Davanti a una musica di questa qualità, davanti a un’intuizione così semplice e così aggressiva, non si ha più il tempo di domandarsi se la scelta stilistica è corretta, se è stato trovato il tono adatto alla liturgia.Segue un momento di delicata riflessione “Et in terra pax hominibus”, in cui l’orchestra svolge un ruolo predominante. Uno stacco di archi introduce il duetto Laudamus te, anch’esso impostato nei termini di un episodio di concerto con due solisti dialoganti. Un brevissimo unisono del coro (Gratias agimus tibi) precede l’accenno di fuga “Propter magnam gloriam”.Ed ecco un episodio solistico, l’aria per soprano “Domine Deus”, una delicata siciliana introdotta dall’oboe, poi il coro a ritmo puntato “Domine Fili” e la splendida aria per contralto, “Domine Deus Agnus Dei”, con interventi corali sillabati. Torna di nuovo il coro con un breve, ma intenso intervento in stile accordale (Qui tollis peccata mundi). Segue l’aria per contralto “Qui sedes ad dexteram Patris” accompagnata da un’orchestra che ha un ruolo notevole e il caratteristico disegno un po’ danzante. La ripresa del tema iniziale (Quoniam tu solus sanctus) apre la strada ad una vasta pagina, nella forma della doppia fuga, il Cum Sancto Spiritu. che conclude la composizione.La solennità della conclusione, del resto di rigore, con i suoi Amen ripetuti, è un elemento indispensabile per l’equilibrio formale della composizione. Una grande pagina da concerto, attenta al disegno melodico, che avrà bisogno di estremo impegno da parte dei due direttori preparatori e degli allievi.


Olga Chieffi

Incontro-dibattito
“Cristianesimo ed Islam – Problematiche bioetiche – Ciò che ci unisce e ciò che ci divide”.
6 Marzo 2010

Auditorium della Basilica di S. Alfonso a Pagani (SA)

Le foto della consegna della pergamena di Socio Onorario all'Arcivescovo di Salerno S.E. Gerardo Pierro al quale per l'occasione è stato donato un Crocifisso in ceramica realizzato dagli studenti dell'Istituto "Filiberto Menna" di Salerno.

COMPLEMED 2010
Giornate di medicina complementare
28 Febbraio - 28 Marzo - 25 Aprile - 29 Maggio

Gentile collega,
segnaliamo la comunicazione con invito delle giornate di studio sulle medicine complementari.

Questi seminari sono in fase di accreditamento ECM, il cui punteggio richiesto, 12 - 14 crediti, saranno riconosciuti alla fine del programma che termina con le XI Giornate Pediatriche Salernitane, 27-28-29 Maggio.

La partecipazione è gratuita previa pre iscrizione a mezzo email o telefono:
giovannicanora@tiscali.it
Tel. e Fax 089 561 707 - 3392228812



11 Febbraio 2010

Pubblichiamo il comunicato del il ns. Socio DR. MARIO ASCOLESE nelle celebrazioni dedicate alla XVIII giornata dell'ammalato come presidente dell'AMCI e Delegato alla Bioetica nella "la nuova scuola medica salernitana"

Congresso sulla CEFALEA
Relatore Dott. Mimmo Cassano
Vietri Sul Mare - 12 Febbraio 2010

la brochure

la locandina

Programma 30/01/2010 ore 9:30
Castello Arechi Salerno


Nell'ambito dell'Assemblea Generale della Nuova Scuola Medica Salernitana, che per statuto va fissata ad inizio ed a metà Anno, si realizzerà il seguente ordine del giorno:

  • Apertura Anno Accademico 2010
  • Illustrazione da parte del Presidente del programma 2010
  • Nomina dei Soci Onorari 2010
  • Consegna delle Pergamene ai Soci Onorari e del distintivo
  • Consegna dei distintivi a Soci Ordinari vecchi e nuovi.
  • Consegna dei distintivi ai membri del Direttivo.
  • Conclusioni del Preside prof. Carlo Montinaro


Il Presidente
Pio Vicinanza

Il Segretario
Mauro Mascari

Il Tesoriere
Francesco Califano

Salerno 04/01/2010

LE DISTONIE NEUROVEGETATIVE:approccio fitoterapico
sabato 23 gennaio 2010 - ore 15,30 - 19,30
sala conferenze Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della procincia di Salerno

NUTRIZIONE e FITOTERAPIA nelle DISLIPIDEMIE
domenica 24 gennaio 2010 - ore 9,30 - 12,30
sala conferenze Ordine dei Farmacisti della provincia di Salerno

dr. Giovanni Canora
Sezione Medicine Complementari - Coordinatore Giovanni Canora
“La Nuova Scuola Medica Salernitana” Tel. e Fax 089 561 707 - 3392228812
Segreteria organizzativa: Pina Longino

VEDI ALLEGATI:
iscrizione gratuita entro il 20 gennaio

invito

locandina

Home Page | l'Associazione | la Medicina | gli Eventi | Salerno | la Posta | le Sezioni Scientifiche | La Scuola Medica Salernitana | Area riservata Consiglio Direttivo | Mappa del sito


Copyright ©2007 - oggi è: - ultimo aggiornamento: 24 mar 2014 - Progetto Web: Carlo Giardina, Fortunato Giardina | carlo.giardina01@alice.it

Torna ai contenuti | Torna al menu